La comoda valigetta d’asporto con il ricettario “Peperone in 5 minuti”, altra grande novità della 69^ Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola

Dal 31 agosto al 9 settembre 2018 si svolge la 69^ edizione della “Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola”, una delle più grandi e qualificate manifestazioni italiane nel settore dell’enogastronomia, la più grande dedicata a un prodotto agricolo, che ogni anno propone 10 giorni di eventi gastronomici, culturali, artistici, sportivi ed esperienze creative e coinvolgenti per tutti i sensi e per tutte le fasce di età.

A pochi giorni dalla sua inaugurazione, viene lanciata un’altra grande novità che esordisce a livello nazionale.
Si tratta del nuovo packaging a valigetta, pensata dal Consorzio del Peperone e brevettata dall’azienda Retarder di Verzuolo (CN) con l’obbiettivo di facilitare la vendita del peperone nelle manifestazioni puntando sull’asporto agevolato – sicuramente più facile rispetto alla solita cassetta – e sulla facilità d’uso in cucina.

La valigetta può contenere circa 4 kg. di peperoni e avrà in omaggio il ricettario “Peperone in 5 minuti”, un contenuto promozionale mirato alla loro facilità di consumo con 30 ricette veloci a cura di altrettante food blogger italiane.

30 ricette semplici e super veloci con il peperone di Carmagnola, adatte per ogni momento della giornata e per ogni tipologia di consumatore, dai grandi ai più piccoli.
Un vademecum immancabile in cucina, con snack, antipasti, finger food, primi e secondi piatti, condimenti e salse – anche vegetariani – che celebrano il peperone declinandolo in originali e sfiziosissime varianti, tutte accomunate dalla velocità di realizzazione: dall’“Aperì Peperò”  al “Peperoll”; dal “Peperburger”, agli spaghettoni con crema di peperoni e stracciatella; e ancora, dal ragù veg al peperone alla crema di peperoni con crema di basilico, feta e noci. Proposte per tutti i palati raccolte in ricette di semplice lettura, che riportano la lista degli ingredienti, le modalità di preparazione le foto dei piatti da cui trarre ispirazione per le proprie presentazioni.

Il ricettario è stato curato dalla giornalista Renata Cantamessa e promosso dal Consorzio del Peperone di Carmagnola con il patrocinio della Città di Carmagnola, in collaborazione con la Banca di Credito Cooperativo di Sant’Albano Stura e con il contributo del Gruppo Carrefour Market Nord Ovest.

La valigetta e il ricettario, che al suo interno contiene anche le informazioni fondamentali per conoscere gli ecotipi autoctoni di Peperoni di Carmagnola favorendone così un consumo consapevole, saranno inoltre presentati in occasione della partecipazione del Consorzio del Peperone di Carmagnola al Salone del Gusto di Torino.
La 69^ Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola

In una immensa area espositiva di circa 18.000 mq i visitatori troveranno concerti con ospiti principali LUCA BARBAROSSA e PLATINETTE, cabaret tutte le sere con gli artisti del Cab41, la grande Piazza dei Sapori ed altre aree enogastronomiche, la rassegna commerciale con 250 espositori, la novità dell’Accademia an Filippo con degustazioni gratuite in eventi condotti dai giornalisti Paolo Massobrio e Renata Cantamessa, la tradizionale Festa di Re Peperone e la Bela Povronera con sfilata di centinaia di personaggi in costumi d’epoca e ancora il raduno di auto storiche, area bimbi con attività e spettacoli, cene e degustazioni a tema nel Salone Antichi Bastioni, spazio ed eventi dedicati alla canapa, iniziative solidali e di alta sostenibilità, punti pet-service per cani e gatti, mostre, convegni, esibizioni sportive, ecc…

Un importante evento collaterale di questa edizione è “Il Foro Festival” che allestisce una nuova grande area spettacoli nella quale vengono proposti un evento per i giovanissimi con la Silent Disco il 2 settembre e il concerto di ERMAL META il 3 settembre. Il Foro Festival viene organizzato da Comune, Pro Loco e Consulta Giovanile ed il concerto del vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo e a pagamento con biglietti acquistabili su ticketone.it

Tra le altre novità di questa edizione c’è l’Accademia San Filippo con numerosi eventi condotti dai giornalisti Paolo Massobrio e Renata Cantamessa, quest’ultima anche ideatrice dell’iniziativa insieme all’Ufficio Cultura del Comune e alla ditta Totem Eventi. L’accademia valorizzerà la Chiesa di San Filippo e sarà il cuore della cultura e dell’esperienza gastronomica della Fiera con un eccezionale percorso sensoriale e numerosi eventi condotti dai giornalisti Paolo Massobrio e Renata Cantamessa, organizzati in collaborazione con diverse importanti realtà del territorio regionale e nazionale e con degustazioni gratuite dei prodotti protagonisti.
Ci saranno i Caffè Letterari con presentazioni di libri e di percorsi culturali organizzati in collaborazione con Caffè Vergano e l’ente di promozione Turismo Torino e Provincia , gli incontri Peperone in Viaggio a cura della Confederazione Italiana Agricoltori di Torino con alcuni produttori delle aree terremotate del Centro Italia che saranno i protagonisti principali, agri-cooking in collaborazione con Coldiretti e Campagna Amica, talk food e laboratori d’assaggio.
Una delle principali attrattive dell’Accademia sarà sicuramente “Peperone in tutti i sensi”, percorso sensoriale ideato e curato insieme al Centro Studi Assaggiatori di Brescia. Un viaggio in cui mente, occhi, mani, bocca e cuore si incontreranno per accogliere nuovi sapori e in cui, grazie all’artista Lia Pascaniuc ed al suo progetto “Però!!”, alcuni light-box a led ed un ologramma faranno danzare i peperoni, regalando incredibili trasparenze sensoriali visive.
Di particolare interesse saranno anche le “Confessioni Laiche” condotte dal giornalista Paolo Massobrio e nel corso delle quali si dibatterà su temi attuali e curiosi con ospiti d’eccezione tra i quali il presidente nazionale della Coldiretti Roberto Moncalvo, il Vice Direttore de La Stampa Luca Ubaldeschi ed esponenti di partiti politici quali Riccardo Molinari (Lega Nord), Claudia Porchietto (Forza Italia), Davide Gariglio (Partito Democratico) e Elisa Pirro (Cinque Stelle).

Tra i numerosi eventi e spettacoli, i protagonisti principali sono però sempre il Peperone, la Città di Carmagnola, il gusto e la cucina, senza mai dimenticarsi della solidarietà e della sostenibilità.
Il Peperone si potrà acquistare e gustare nelle sue quattro note tipologie morfologiche riconosciute dal consorzio dei produttori – il quadrato, il corno di bue, il trottola e il tumaticot- apprezzati in tutta Italia per caratteristiche uniche di qualità e genuinità che si prestano alle più svariate preparazioni.
Per tradizione, nella prima domenica della Fiera viene organizzato il Concorso Mostra/Mercato del Peperone riservato ai produttori locali con gli eccezionali vincitori che vengono battuti all’asta per beneficenza. Molti eventi, mostre ed allestimenti proposti puntano a far conoscere e valorizzare il grande patrimonio architettonico e culturale di una città ricca di storia, di mercati e di manifestazioni legate alla cultura popolare locale.

Il Paniere dei prodotti tipici della Provincia di Torino, con una selezione dei migliori produttori locali, sarà quest’anno nel nuovo Salone Fieristico Agroalimentare allestito in Piazza Italia e ospiterà anche Prodotti delle Regioni del Centro Italia colpite dal terremoto del 2016.

Le cene e le degustazioni a tema nel Salone Antichi Bastioni vengono riproposte sulla scia del successo riscosso nell’ultima edizione. Momenti conviviali e portate raffinate preparate con prodotti di eccellenza del territorio. Le cene e le degustazioni, a pagamento e su prenotazione, vengono organizzate in collaborazione con la BCC di Casalgrasso e Sant’Abano Stura, uno dei principali sponsor della manifestazione che da alcuni anni organizza anche eventi di beneficenza a favore di Forma ONLUS, la Fondazione Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, alla quale quest’anno andrà il ricavato di una delle cene.

Tutti gli eventi sono gratuiti tranne le cene a tema nel Salone Antichi Bastioni e gli eventi de ”Il Foro Festival”.