Ortopedia di Savigliano: Peccato che non si dia maggiore attenzione al dolore del paziente.

Il 6 febbraio 2013 a seguito dell’integrazione della S.C. Ortopedia e Traumatologia di Savigliano con la S.S. di Ortopedia Saluzzo, le attività chirurgiche sono state suddivise tra le due sedi in modo da razionalizzare le risorse: presso la sede si Savigliano vengono trattati i casi che richiedono alta intensità di cura, mentre presso la sede di Saluzzo quelli a media e bassa intensità. Nel dettaglio, afferiscono alla sede di Savigliano la chirurgia protesica articolare (spalla, gomito, anca, ginocchio e caviglia), la chirurgia vertebrale maggiore e quella traumatologica. Presso la sede di Saluzzo viene svolta la chirurgia non traumatologica della spalla, gomito, polso e mano, ginocchio, piede e caviglia che non richiedano impianto protesico e la chirurgia vertebrale minore.

Oltre all’attività chirurgica presso la S.C. di Ortopedia e Traumatologia di Savigliano viene svolta attività di consulenza per il territorio (visite ambulatoriali) e per il Dipartimento di Emergenza (DEA) con servizio di reperibilità per i casi urgenti 24/24 ore – 7/7 giorni.

I reparti di degenza sono situati nell’ala nuova dell’ospedale al terzo piano. Al Reparto A afferiscono i pazienti necessitanti di trattamento protesico, mentre al Reparto B afferiscono i casi traumatologici.

L’attività chirurgica è svolta su sedute operatorie quotidiane. Normalmente vengono eseguiti circa 1100-1200 interventi all’anno.

Il blocco operatorio è dotato di tutta la moderna attrezzatura necessaria per la chirurgia protesica, vertebrale e traumatologica. Talora vengono eseguite procedure chirurgiche di altro tipo che normalmente sarebbero svolte presso la sede di Saluzzo ma che, per condizioni cliniche del paziente, necessitino di essere svolte in una struttura dotata di Terapia Intensiva e Rianimazione oppure di Cardiologia.

Trattandosi di casi ad alta intensità di cura, le degenze sono generalmente eseguite in regime di ricovero ordinario a “ciclo continuo”, eccezionalmente in regime di Day Surgery oppure di One Day Suregery.

Per i casi di chirurgia protesica l’accesso alla degenza presso la Struttura di Ortopedia avviene tramite ricovero programmato a seguito di visita ambulatoriale. Gli accertamenti preoperatori e la valutazione anestesiologica sono convenzionalmente eseguiti, dopo la prima visita, in regime di prericovero, senza alcun onere economico per l’utente. I casi traumatologici normalmente accedono al reparto dal D.E.A.

L’unica nota negativa, che si valorizza poco la terapia antalgica.